lunedì 20 novembre 2017

Antenna LOOP con stendino di Italo Crivelotto IK3UMZ


Vi presento il mio   loop sperimentale . 

Poca spesa, tanta resa !Il tutto ha inizio qualche giorno fa quando la YL mi da portare nel centro ecologico lo stendino non più utilizzabile. Vedendolo senza stecche, assomiglia ad un loop avente 0,5 mq di area di ricezione.... i miei pochi neuroni rimasti integri si mettono a lavorare e lo immaginano già bello e funzionante. Effettivamente non ho mai sperimentato un loop aperiodico in ricezione e vedendo tutti questi loop, più o meno blasonati, ho pensato di colmare questo "gap" tecnico-antennistico. E.. l'amplificatore, già l'amplificatore... come faccio ? Dove posso trovarlo? Detto, fatto, telefono a Fausto IK4NMF grande tecnico preparato che li costruisce e ci accordiamo per la spedizione dell'amplificatore.  Mi arriva l'amplificatore, assemblo il loop "spartano" e inizio a fare le prime sperimentazioni in Onda Media. Come potete vedere non è un' opera d'arte. Se funziona ho pronto un loop da 1mq. Inizio ad ascoltare le Onde Medie e Radio Base , la mia preferita, finalmente riesco ad ascoltarla in modo decente. Con l'antenna filare e con quella ciofeca di miniwip prima l'ascoltavo malissimo. Effettivamente questo loop, anche così spartano funziona benissimo. Questo per far vedere che a volte non serve spendere follie per antenne che con un poco di fantasia e di "riciclaggio" possiamo benissimo autocostruirci. 

Ringrazio Fausto IK4NMF per i consigli tecnici oltre che per il corretto funzionamento dell'amplificatore (ik4nmf@gmail.com  https://www.nmf-technology.it/prodotti/loop-ricezione-hf/ )

Stendino da portare in discarica
Tagliato il tubo e infilato un tubo di plastica per protezione

Loop in funzione

          Loop circondato dal Prosecco                                  Rotore "manuale"

Radio Base 101 ...una bomba.

In  questo momento adopero un loop rettangolare da 2X1m e in certi casi in 40m sento meglio che con il dipolo.

   73
        Italo IK3UMZ   ik3umz@gmail.com

sabato 18 novembre 2017

"MEMORIE DI UNA RADIODIPENDENTE " I miei anni a Radio Cairo di Concetta Corselli


BIOGRAFIA DI UNA RADIODIPENDENTE
Una grande donna innamorata del suo lavoro e affascinata dall'Egitto, la sua storia e la sua cultura.

Nata a Lecce,  Concetta Corselli ha vissuto al Cairo per circa 32 anni. Ha effettuato diversi lavori. È stata professoressa di Lingua e Letteratura Italiana nel Dipartimento d'Italianistica della Facoltà Al Alsun dell'Università di Ain Shams per quasi 20 anni; professoressa d'Italiano nei corsi d'Italiano per stranieri e ricercatrice presso l'Istituto Italiano di Cultura in vari periodi; e professoressa di Lettere alla Scuola Internazionale Italiana "Leonardo Da Vinci" per 17 anni. Ma il suo vero amore e la sua vera passione è stata la radio, al punto da ottenere il 12 novembre 2009, presso la sede RAI di Firenze, il premio di Italradio per il contributo decisivo alla trasmissione italiana d’oltremare di Radio Cairo, salvaguardata dalla azione sua, dei redattori e di tanti ascoltatori e che, in quell''anno, ha compiuto 50 anni di presenza sulle onde corte.




Concetta Corselli è stata per circa 30 anni la redattrice più nota del programma italiano d'oltremare di Radio Cairo. Il 13 novembre è uscito il suo libro "Memorie di una radiodipendente" in cui ripercorre la storia del suo incontro con la radio e i rapporti mai interrotti con gli ascoltatori. I ricordi scorrono come l’acqua del Nilo e si irradiano come le onde di Radio Cairo, accarezzando il tempo e lo spazio: le memorie di Concetta Corselli sul suo lavoro presso la radio egiziana catturano il fascino di un mondo complesso, dinamico, capace di stupire sempre. Rievocato con sguardo tranquillo e deciso, il mondo della radio visto dalla redazione del Cairo si manifesta in tutte le sue sfumature mostrando il suo lato meno noto, ovvero quello della produzione dei programmi, in un intreccio inestricabile e affascinante che abbraccia i rapporti umani con gli ascoltatori, la storia dell’Egitto, la vita al Cairo.




Sulla pagina ufficiale di Facebook del suo libro Memorie di una radiodipendente https://www.facebook.com/memorieradiodipendente/, la Corselli  pubblica le foto dei momenti più significativi, sia a livello professionale sia a livello personale.



Per quanto riguarda il suo amore per la radio, ha scritto: 



"Radio Cairo è stata una costante nella mia vita per circa 30 anni, accanto a tanti altri lavori che si sono alternati nel tempo e da qui deriva il titolo di questo mio libro che vuole ripercorrere le esperienze vissute all'interno di questa emittente. Non sono infatti stata soltanto una dipendente radio, ma proprio una radiodipendente: questo lavoro mi ha non soltanto veramente affascinato, ma profondamente conquistato per la varietà delle mansioni che si era chiamati ad espletare, per i rapporti umani svariati che si intrecciavano sia all'interno, che all'esterno della radio, per il continuo arricchimento culturale ed umano che si aveva la possibilità di coltivare. È e rimarrà sempre quindi per me un'esperienza umana assolutamente indimenticabile, radicata nel profondo del cuore tra i ricordi più cari e gelosamente conservati".
Pasquale Salemme, Angela El Beh, Concetta Corselli, Giuseppe Tore, Amani Shain, Vittorio Dartora nello studio 33 di Radio Cairo durante il loro viaggio in Egitto nel 1999.


Il 13 novembre  è andato in onda  un programma speciale con Concetta Corselli in occasione della presentazione del suo libro al Forum di Italradio . Il programma ,curato e presentato da Amani Shahin sulle onde corte di Radio Cairo (9540khz pari ad onde corte di 31 m.), e sul canale satellitare Mowagahat 8 (Nilesat).


Il libro si trova in vendita presso l'Editore Youcanprint    oppure su Amazon




RSP1A, l'ultimo arrivato in casa SDRplay. Un entry level versatile

RSP1A - L'ultimo arrivato in casa SDRplay

In molti conoscono sicuramente il ricevitore RSP1 prodotto da SDRplay. Adesso è stato migliorato (molto) e ha cambiato anche nome: è diventato RSP1A.


Diverse le novità. Da notare, in particolare, che la risoluzione ADC è stata portata a 14 bit per samples rate inferiori ai 6 MHz, migliorando la prestazione complessiva. In ogni caso questo ricevitore riesce a visualizzare e a registrare 10 MHz di banda.

La copertura parte da 1 kHz ed è stata estesa da 1 a 2 GHz. Sono selezionabili ben tre filtre notch, non solo quelli tradizionali per eliminare le interferenze delle onde medie e delle FM, ma anche dalla banda DAB che si sta espandendo in molti Paesi, Italia compresa con trasmettitore potenti.

Migliorata anche la capacità di preselezione (per ridurre le spurie) e pure la resistenza all'intermodulazione. Così come la stabilità in frequenza.

Chi lo ha provato afferma che è decisamente più sensibile e performante anche in Onde Medie e in FM rispetto alla prima versione, che a mio avviso andava già dicretamente (chi scrive ha sia l'RSP1 che l'RSP2pro).

Il costo è stato abbassato: 99 dollari. In Italia l'ho visto in vendita da Media Globe Electronics a 108,66 euro. Si tratta quindi di un ricevitore entry level di buona qualità che può essere utilizzato in molti ambiti del radioascolto. Altrimenti bisogna andare su prodotti con prezzi superiori, of course. Non è una chiavetta RTL modificata come se ne vedono tante anche a prezzi che sfiorano persino gli 80-90 euro e che spesso aprono dei lunghi contenziosi col pc quando si deve installare il driver... nonostante l'utilissimo tool Zadig.

I fratelli SDRplay: da sinistra RSP1A, RSP1, RSP2 (da Ham Radio Science vedi sotto)

Come il suo predecessore RSP1 e il suo fratello maggiore RSP2, questo ricevitore può essere gestito con tre diversi software di qualità: SDRuno, HDSDR, SDR-Console V2.3 e V3. Sul sito di SDRplay c'è una pagina ben organizzata dove si possono scaricare nell'ultima versione, con anche se serve l'EXTIO. E anche il manuale per SDRuno CLICCA QUI

Se volete saperne di più:

consiglio di leggere la recensione pubblicata da The SWLling Post CLICCA QUI

Ma anche il first look pubblicato su Ham Radio Science CLICCA QUI

E le caratteristiche fornite dal produttore (PDF): CLICCA QUI

E fatevi un giro sul sito di SDRplay: CLICCA QUI dove potete trovare anche questo video:

venerdì 17 novembre 2017

Spagna: ascoltiamo i programmi regionali di RNE alle 7.45 e alle 8.30 di mattina

Radio Nacional de Espana ha diverse finestre locali/regionali durante al giornata. Quelle al mattino delle 7.45-8.00 e delle 8.30-9.00 (ora locale di Roma e Madrid, ovvero 06.45-07.00 e 7.30-8.00 UTC) in autunno e inverno sono ascoltabili bene anche in Italia.

Il notiziario delle 8.30-9.00 locali è trasmesso dal network Radio 5 Todo Noticias

(NB nel fine settimana gli orari regionali cambiano RNE R5 07.05-07.15 UTC -  RNE e RNE R5 11.30-12.00 UTC)

Mauricio Molano Sánchez ci aiuta a capire come funzionano i programmi locali e regionali della RNE:

From past September is a decission of every regional what to do with this 0730-0800 UTC break. Many regions are spliting it between regional and local news. And it seems that all are starting with the regional time until 0745, then local news.

The exception seems to be Castilla y León where we are starting with the local news until 0750, leaving the last 10 min. for the regionals from Valladolid (We are Salamanca, Zamora, León, Ponferrada, Valladolid, Palencia, Burgos, Soria and Ávila).

When I checked what were doing other regions (end of September) I could observe how some regions (Extremadura, Andalucía...) had suppressed the local slot, being regional all the time. I will check again next week.

Ecco alcuni ascolti fatti a Bocca di Magra. 73, Giampiero

Dalle 7.30 alle 8.00 UTC


567 14/11 0730 RNE R5TN Murcia "R5TN Murcia" news, fair/good
576 16/11 0730 RNE R5TN Barcelona "R5TN Catalunya", good
585 16/11 0730 RNE 1, Madrid, National meteo, NO regional news because RNE 1, good
603 16/11 0730 RNE R5TN Sevilla, "R5TN Andalucia" regional news, fair
612 16/11 0730 RNE 1, Lleida, National meteo, NO regional news because RNE 1, fair
684 16/11 0730 RNE 1, Sevilla, National meteo, NO regional news because RNE 1, good
747 16/11 0730 RNE R5TN Cadiz, "R5TN Andalucia" regional news, good
936 16/11 0730 RNE R5TN Zaragoza, "R5TN Aragon" regional news, fair, over RAI
1017 16/11 0730 RNE R5TN Burgos, "R5TN Burgos" Local news, fair
1107 16/11 0730 RNE R5TN Logroño, "R5TN La Rioja" regional news, fair, over RAI !
1305 16/11 0730 RNE R5TN Bilbao, "R5TN Pais Vasco" regional news, fair
1305 15/11 0745 RNE R5TN Ciudad Real, news Castilla y La Mancha, good
1305 16/11 0733 RNE R5TN Ciudad Real, Castilla y La Mancha regional news, good over Bilbao
1413 16/11 0730 RNE R5TN Girona, "R5TN Catalunya" regional news, good
1503 16/11 0730 RNE R5TN La Linea, "R5TN Andalucia" regional news, good

Dalle 6.45 alle 7.00 UTC

621 14/11 0645 RNE Palma, Spain, Baleares News in Mallorquin, fair/good
801 14/11 0645 RNE Ciudad Real, Castilla y La Mancha regional, fair
936 14/11 0645 RNE Valladolid, Regional nx Castilla y Leon, fair, QRM RAI
972 14/11 0645 RNE Melilla, Melilla, local program, id, meteo, news, fair/good
1107 14/11 0645 RNE Ponferrada, regional program Castilla y Leon, fair, fading
1125 14/11 0645 RNE Toledo, regional program Castilla y La Mancha, weak
1305 14/11 0645 RNE Ciudad Real, regional program Castilla y La Mancha, good

giovedì 16 novembre 2017

Radiorama web n.74 di 135 pagine è scaricabile gratuitamente da tutti

   
Nuovo numero di Radiorama di 135  pagine disponibile per il download


Radiorama è una pubblicazione dedicata alla diffusione del radioascolto,nazionale ed internazionale, al mondo della radio nell'accezione più ampia del termine, avente anche la funzione di Organo Ufficiale dell'A.I.R.; è realizzata esclusivamente col contributo disinteressato dei Soci della Associazione.




mercoledì 15 novembre 2017

Arrivano le prime RS41 senza "Burst killer"


Come tutti gli appassionati sapranno, le nuove radiosonde RS41 sono inizializzate con un dispositivo detto "Burst killer" cioè con una procedura software che spegne la radiosonda allo scoppio del pallone. Non sto qui a dire come faccia ma tant'è: in questo modo, lo scoppio a 30.000 m di quota ed il conseguente spegnimento della sonda non permetteva agli appassionati né di operare l'inseguimento, né l'analisi dei dati, né la caccia, vuoi con metodo RDF (la cosiddetta caccia bio), vuoi con metodo GPS (con tracciamento delle coordinate).
Dopo varie comunicazioni con Vaisala, sensibile al problema dei cacciatori di radiosonde, veniva assicurato, con le nuove forniture, l'inserimento di "default" dello spegnimento (burst killer ritardato, n.d.a.) dopo un tempo dallo scoppio di 8 ore e 30 minuti; promessa regolarmente mantenuta da Vaisala. 
Ed ecco che le prime radiosonde delle nuove forniture funzionano anche dopo lo scoppio, da quota troposferica fino a terra. Come ci segnala Diego, IW1GIS, le RS rilasciate da Cuneo sono già di questo tipo ed è prevedibile che ben presto tutte le stazioni aerologiche italiane ed europee abbiano questo settaggio di fabbrica. Finalmente si riapre la caccia alle radiosonde Vaisala RS41 e, senza farsi troppe illusioni, si contribuisce all'ambiente.

Nota: il burst killer immediato è comodo soltanto in caso di lanci ripetuti a breve termine, per non occupare inutilmente la frequenza di lavoro e poterla riutilizzare presto, ripetutamente. Il software permette di scegliere la modalità di spegnimento: rapido o ritardato.

---------------------------------------------------------------------------

Siti collegati:
radiosonde meteorologiche e caccia radiogoniometrica.

CQ WW DX Contest CW novembre 2017




CQ WW DX Contest CW 25-26 novembre 2017


Pagina di facebook


Come saprete tutti questo contest è il "campionato del mondo" della radio amatoriale!
E' la competizione più importante dell'anno!

Anche degli amici, appartenenti alla sezione ARI di Genova, stanno affilando le antenne e scaldando le radio.
    
Infatti la stazione IR1Y sarà attiva nel prossimo CQ WW DX con i seguenti radioamatori:


e altri OM "foresti" (traduzione che vengono da fuori Liguria)  

nella categoria MS la più difficile! e sarà la prima volta! 

Sono molto agguerriti e cercheranno un buon piazzamento europeo. 






ecco quello che mi scrive Flavio :
Ciao Francesco,
se questa sera sarai al corso CW ne parleremo, guardati questo link di luglio 2014.

73'
Flavio IK1YDB

A Little Hut in a Little Hamlet - Flavio Bergamasco IK1YDB 
I couldn't title this article differently because IR1Y is not a Contest station contrary to what you might think.
In 1999 , with my family, I was looking for a house with land in a relaxing location outside the chaos of the town, and I finally reached this little village.
I can't forget the curious and suspicious faces of the realtors when I used to pull out of my pocket a compass before visiting the house, and it happened that I refused to visit some houses not well faced at 360°.
Their incredulous reaction was followed by attempts to convince me with sentences like "...but this house is well exposed to the south." My answer was that "it wasn't towards the USA!" I really started to look to them like I was crazy!    
The hut, as in the title, is a little mountain chalet in between the two towns of Alessandria and Genova, on the Appennino Ligure mountains at 800 meters above sea level. Surrounded by 3000 mq of fields, in a tiny little country village with just two inhabitants but with a lot of deer, wild boar, and wolves, this is where we used to pass some spare time and summer and winter holidays with the family. The location is well opened at 360 degrees and has a special slope in the valley right towards Stateside.
As a radio amateur I got out my first satisfactions immediately, installing just a vertical antenna (Butternut) on the grass, being able to reach all the dxpeditions that with a 5 element Yagi, and some other vertical on low bands, I couldn't even dream to hear and absolutely couldn't catch from Genova (where I live).
AS ONE THING LEADS TO ANOTHER ...
Animated by a group of friends in 2005 we approached our first contest: WPX CW, participating as M/S with the callsign IR1R. We had a very simple setup but a great desire to do well !
A wooden chair, a radio, one amplifier, PC and a vertical Butternut HF9, three operators: IK1HJS, IK1YDB IK1YPX = 1822 qso’s, 2.265,935 points, no cluster or skimmer, was our first satisfaction, a lot of motivation to go ahead.
It’s time to move: I ask permissions to erect a 22m. tower that will support the new Optibeam OB17-4. On the same tower an inverted V 160m dipole and 80m delta loop.
The landscape from the top of the tower is very impressive: towards North America there is a downhill slope of 400m in a 300m distance with incredible signals from that direction.
Permission was obtained to use the IR1Y callsign. I liked to use the symbolic icon for this little Team honoring wolves, now populating the district, and I used to announce our participation as “the return of wolves” hi !
IR1Y became a Headquarters station for the IARU HF Championship in 2005 representing ARI. Since then, Carlo IK1HJS and I, alternate in participation to major contests, either as single or Multi Operator. In the meantime a second 15m tower can be erected , field day style, from time to time.
Results were not slow to arrive: First place in the ARI International Dx Contest, world first place in CQ WPX CW SOSB40 HP, Europe first place (third world) WPX CW SOAB LP, EU record SOAB LP ARRL DX SSB, second world and EU record SOSB 40m in the ARRL CW.
Some Italian records are still not beaten on 15, 40, 80, 160m in CQWW CW alternating IK1HJS and IK1YDB.

  • For this event the Antenna setup was:
  • 10m. 3 el delta loop @10m. (+ OB17-4)
  • 15m. 5 el yagi @13m. (+ OB17-4)
  • 20m. 5 el yagi @15m. (+ OB17-4)
  • 40m 3 el yagi @22m OB17-4
  • 80m ¼ wave vertical with 100 radials
  • 160m Inverted V dipole @22m.
  • Multiplayer station on OB 17-4 + wires
  • RX antennas: 4 EWE + DHDL
  • 4 Elecraft K3 + Icom 756 Pro III
  • 2 Amplifiers
Carlo IK1HJS (WRTC2010 team mate, and WRTC 2014 team leader) became an active member, bringing to the team other great operators such as Tony IK1QBT, and Emilio IZ1GAR (IH9X, IG9X, IH9R, IG9W).

The last contest as IR1Y was the ARRL 2014 CW. This was our first time as M2 with 5324 qso’s (including 284 Californian stations), 229 multipliers for a claimed score of 4,772,937. On this occasion Filippo IZ1LBG (WRTC Team Leader of Youth Team) and Flavio IK1SPR (WRTC2010 referee) joined the group, so the total was 6 operators.
More pictures: 1    2    3 
Well dear friends, this is the little story of IR1Y, where, in a little hut, a little group of friends like to share the same passions: DX and Contests… See you soon. Flavio IK1YDB close




 l'articolo completo lo trovate nel link alegato!



martedì 14 novembre 2017

A.I.R CONTEST 2018 "Attilio Leoni"



lunedì 13 novembre 2017

Vecchiacchi contest VHF- 2017

Vecchiacchi Memorial Day
10°Memorial I5MMC Rino Lencioni
Regolamento della 53° edizione
2 - 3 Dicembre 2017




Partecipazione: Possono partecipare tutti i radioamatori ed SWL regolarmente autorizzati. La stessa stazione può partecipare a diverse categorie purché su bande differenti.
Date e orari: 

sabato 2 dicembre 2017 
sezione VHF - dalle ore 14.00 alle 22.00 GMT.
domenica 3 dicembre 2017
- sezione UHF e SHF - dalle ore 08.00 alle 12.00 GMT.



Modi di emissione: SSB e CW nel rispetto del Band Plan.
Categorie:
144  Mhz stazioni fisse (1E)
144  Mhz stazioni portatili (1G)
144  Mhz stazioni  SWL
432  Mhz stazioni fisse (2E)
432  Mhz stazioni portatili (2G)
432  Mhz stazioni  SWL
1296-2304-5700-10450-24000-47000 stazioni fisse (3E)
1296-2304-5700-10450-24000-47000 stazioni portatili (3G)
1296-2304-5700-10450-24000-47000 stazioni SWL
Rapporti: RS(T), N° progressivo + QTH locator + Sigla automobilistica della Provincia.
Punteggio: VHF/UHF: un punto a Km per collegamento.
SHF: un punto a Km per collegamento, moltiplicato per il coefficiente correttivo assegnato a ciascuna banda secondo il seguente prospetto:
1 x QSO effettuati in banda 1296
2 x QSO effettuati in banda 2304
3 x QSO effettuati in banda 5700
4 x QSO effettuati in banda 10450
5 x QSO effettuati in banda 24000
6 x QSO effettuati in banda 47000
Moltiplicatori: Ogni provincia italiana e ogni paese della lista ARRL/DXCC, collegati per la prima volta e per ogni sistema di emissione, valgono un moltiplicatore (N.B. sono moltiplicatori validi la provincia ed il country di appartenenza). Ogni provincia o country dà diritto ad un moltiplicatore ma il collegamento dovrà avvenire tra stazioni diverse (Si precisa che un nominativo può comparire una sola volta per banda). Nella sezione SHF, si considerano moltiplicatori le province e i paesi collegati per la prima volta, nei vari modi di emissione, senza tenere conto della banda usata.
Punteggio finale: Il punteggio finale è dato dal prodotto tra la somma del QRB ed il totale dei moltiplicatori:
punteggio finale = punti totali SSB/CW(FM) moltiplicati per la somma delle province e dei paesi collegati per la prima volta, in SSB/CW(FM).
Nella sezione SHF il QRB sarà sostituito dal punteggio ottenuto applicando i coefficienti correttivi delle relative bande.
SWL: Sul log deve essere riportato il nominativo della stazione ascoltata,il rapporto da essa passato,il progressivo, il WW locator, la sigla della provincia, il nominativo della stazione corrispondente ed il rapporto di ascolto (N.B. non sono consentiti più di tre ascolti che abbiano il medesimo corrispondente). Oltre la data, l’orario GMT e la banda, si devono indicare il QRB, i moltiplicatori ed il punteggio finale.
LOG: Sono da utilizzare log del tipo VHF separati per le varie sezioni. Per le SHF compilare un solo log dove i QSO saranno riportati in ordine cronologico indicando la banda sulla quale è avvenuto il collegamento. I log completi di ogni informazione, devono pervenire alla Sezione ARI di LUCCA c/o Centro Protezione Civile – ex Caserma Lorenzini – Piazza S. Romano, 4 - 55100  LUCCA entro 15 giorni dalla data del contest o tramite e-mail ai seguenti indirizzi: ik5amb(at)tin.it oppure contestvmd(at)arilucca.it Il Contest ha come software consigliato “Contest Log” e/o “JLOG” di Gabriele IZ5HQB (LOG si prega di istallare sempre l’ultima release rilasciata). Se si desidera utilizzare un altro programma si raccomanda di controllare che questo indichi le province nel file che andrete ad inviare. Altrimenti si può ovviare alla eventuale mancanza allegando file riepilogativo con la lista dei moltiplicatori in formato word o excel. Il File per l’invio del log è quello con estensione .EDI.
Premi: Saranno premiati i primi tre classificati di ogni categoria. La consegna dei premi avverrà in occasione di uno dei convegni VHF & up. (Romagna, ecc.) oppure questi saranno inviati  via postale .
Premio speciale: verrà premiata la stazione con più alto punteggio fra quelle che parteciperanno al contest con queste caratteristiche: Stazione portatile da una postazione che sia ad almeno 1500 m di altezza e potenza massima 5 w e che naturalmente non si sia  nei primi 3 posti nella classifica per categoria. Quanto sopra vale per le categorie 144 e 432: un premio per i 2 m ed uno per i 70 cm
Stazioni Portatili: Vengono considerate stazioni portatili quelle che opereranno fuori dal Qth indicato sulla autorizzazione generale. Dovranno essere rispettate le seguenti condizioni: alimentazione autonoma (batteria, generatore di corrente, ecc), non è consentito l’uso di antenne già istallate, di pali o tralicci permanenti e similari. Non è possibile utilizzare strutture abitative permanenti (case, container, ecc.) è ammesso invece utilizzare auto, camper, roulotte e tende. In tutti gli altri casi le stazioni pur operando in portatile e passando il / (1-2-3-ecc), saranno inserite nelle categorie “Stazioni Fisse”.
Chat e Cluster: Non vogliamo certo limitare o regolare l’uso di questi strumenti web, ma ricordiamo ai partecipanti il loro Ham Spirit in maniera che si  evitino eccessi nell’uso di queste tecnologie.
Il Contest Manager
Iacopo Lencioni, IK5AMB





Notizia Riportata sul sito ARI