sabato 13 ottobre 2012

Nuovi orizzonti AIR - L'Editoriale del Presidente




L'EDITORIALE del PRESIDENTE AIR  
(tratto da Radiorama n.12)
Ci si associa per stare insieme, per unire le forze e non disperdere le proprie esperienze.
Ci si associa per dividere l’impegno di dare qualcosa agli altri, proiettati verso l’esterno del gruppo ristretto degli associati.
L’AIR è stata costituita 30 anni fa come associazione dedicata al radioascolto: questo significa che, da sempre, chi si iscrive deve avere come precipuo scopo non quello di usufruire di servizi o di ricevere una rivista, bensì quello di contribuire con la sua voce, non più isolata, a divulgare il radioascolto. Come da nostro Statuto.
L’AIR non ha fini di lucro: la quota associativa fino al 2011 veniva spesa interamente (a volte anche sforando il bilancio) per la stampa e diffusione di radiorama cartacea.
Alla fine del 2011 il Consiglio Direttivo ha optato per il cambiamento, tornando alle origini dell’AIR, alla sua missione: la divulgazione.
Il blog air radiorama ha diffuso senza limiti di confine le nostre esperienze, già pubblicizzate attraverso il gruppo su Facebook: radiorama viene ormai puntualmente diffusa on line.
Una scelta, permettetemi di scrivere, coraggiosa e che ha portato non poche discussioni, anche accese, nel CD e tra i Soci, per la sua repentina forza innovativa.
Ma l’AIR ne è risultata rafforzata: la nostra credibilità è aumentata, il numero dei Soci anche.
Soprattutto, è aumentata la nostra audience: dai soli Soci, a tutto il popolo web, che ci considera fonte attendibile e seria, una associazione di riferimento per il radioascolto, nel mare del www.
Siamo gente vera, reale, che si presenta sul web.
Siamo persone mature e realizzate, con i propri problemi reali, che dedicano con equilibrio il proprio tempo libero al radioascolto, senza farne mai un’ossessione.
Tornando a fatti concreti, il nostro conto economico, pur con la quota dimezzata rispetto al passato, si presenta con un attivo che verrà destinato al miglioramento del sito dell’ Associazione.
Per il 2013 saremo ancora più efficienti, dimezzando ulteriormente la quota e, contestualmente, mettere in rete tutti i numeri di radiorama.
Anche i non iscritti potranno così leggere quello che i Soci AIR scrivono: vorremmo pubblicare radiorama non solo per noi stessi (gruppo ristretto) ma per tutta la comunità web, ovvero per il mondo intero.
Un piccolo cambiamento che ci farà passare da un pubblico di alcune centinaia di persone ad un pubblico potenziale globale (miliardi di persone).
Dobbiamo essere gli apostoli del radioascolto e divulgare a tutto il mondo il fascino del nostro hobby. 

Rinnovate l’iscrizione AIR: non per ottenere qualcosa, ma per avere l’opportunità di diffondere la cultura del nostro radioascolto

Giancarlo Venturi IZ0ROW

CW - LEZIONE NUMERO 0



Con questo post N° 0 lanciamo un esperimento di corso CW on-line.  Dopo la trasmissione sarà possibile riascoltare il file e controllare la correttezza della ricezione, tramite il modulo in bianco da compilare.
I caratteri vanno decodificati per righe (1° riga, blocco A,B,C,D ecc...)
Il modulo per ricezione è disponibile a questo indirizzo. Una volta scaricato potete stamparlo.
Qui è disponibile Il file audio.

Ad inizio messaggio viene trasmesso:  VVV, alla fine viene trasmesso AR SK.


ABCD
1EEEEETTTTTEEEETTTTTE
TTEEETTTEETTTTTEEEEE
TETETETETEAAAAANNNNN
AAAANNNNNAANNNANAAAN
NANANANANANAENANATNA
2


ETAETETNETETANENATEA
EATNNAATTEEETNAETNEA














































>>  CW - LEZIONE NUMERO 1

giovedì 11 ottobre 2012

SDR Transceiver Kit




 


ISS - Immagini dallo spazio

Expedition 26 Flight Engineers Catherine Coleman, Paolo Nespoli and Dmitry Kondratyev meet with Russian space officials before their Dec. 15 launch to the International Space Station.


prof. Achille De Santis

Come già accennato in un precedente numero de “IL Cannocchiale” con il nostro ricevitore “online” è possibile ricevere molte emittenti commerciali ed anche qualche emissione speciale della stazione orbitante spaziale ISS - Zarya (ISS= International space station). La ricezione non è delle più semplici; è necessario un buon allineamento di tutte le apparecchiature, una buona conoscenza delle orbite descritte e, non ultima, una buona dose di fortuna. Noi abbiamo già effettuato delle registrazioni di collegamenti in fonia effettuati da altre scuole d'Italia e del mondo. E' vero che gli astronauti sono dei tecnici, anche molto ben preparati ma è anche vero che il tempo che possono dedicare alle trasmissioni di questo tipo, non proprio di servizio, è molto limitato; in ogni caso, attraverso il nostro ricevitore online abbiamo avuto il piacere di ricevere queste foto/immagini trasmesse con il sistema SSTV.
riflesso della videocamera sull'oblò del modulo spaziale;
La televisione a scansione lenta (SSTV) è un sistema ben noto adatto a trasmettere immagini
usando un “canale” a banda stretta. Contrariamente a quanto si fa con internet, dove la trasmissione è a pacchetto, bidirezionale ed a controllo di errori, quella SSTV è del tipo broadcast, cioè solo in avanti e senza controllo di errore. La qualità, è ovvio, non è delle migliori ma il sistema è sufficientemente rapido. Per la ricezione di un' immagine, analogamente al fax, serve qualche minuto.
Le immagini che seguono sono state ricevute il 25 maggio 2009 alle ore 2030Z (Z= ora internazionale) su 145.800 Mhz, NFM. A quell'ora, e con la potenza di internet che ha permesso la disseminazione della notizia in tempo reale, il ricevitore si è letteralmente riempito di tecnici ed appassionati da tutto il mondo che hanno potuto seguire l'evento, registrare lo streaming audio e decodificare le foto.




















Come si vede, le foto sono complete ma non molto chiare; vista la difficoltà e gli apparati in uso è comunque un bel risultato. Il nominativo che si vede nell'immagine, NA1SS, è uno di quelli attribuiti al modulo spaziale ISS.

Per avere un'idea più chiara riporto le foto inserite sul sito ARISS, dove è possibile ammirare sia l'interno del modulo sia una città ripresa da un oblò del modulo stesso, a distanza di circa 350 Km dalla Terra.
Buon anno scolastico a tutti!

una città vista dallo spazio

mercoledì 10 ottobre 2012

SWL ACTIVE HULA-HOOP & SQUARE LOOP RX ANTENNA


 
Descrizione  di un antenna loop per ricezione (100 kHz a 30 MHz) di Giancarlo Moda – I7SWX + SWL I1-10089   i7swx@yahoo.com
A.R.I. Sezione Cassano delle Murge – IQ7MU

 
 Antenna Attiva Hula-Hoop per ricezione

Vista assemblaggio Box Amplificatore. E visibile il Led monitor presenza alimentazione
Nuovo link

Aforismi Elettronici


Achille De Santis

Metodo spannometrico

Metodo di indagine che permette misure grossolane di grandezze più o meno misurabili a spanne. Per convenzione internazionale 1 spanna = 25 cm; detto anche “palmo”; un suo sottomultiplo è il “dito”.

Schiacciabottoni

Dicesi di persona dotata della più avanzata tecnologia elettronica, per il puro piacere di schiacciare tasti e far accendere lampadine e spie. Il termine “schiacciare tasti” è proprio in quanto, dopo averli usati qualche volta freneticamente e con decisione da meccanico, gli stessi smettono di funzionare. 

Squagliastagno

Dal tardo-latino. Dicesi di persona con scarse cognizioni in elettronica ma dotato di grandi quantità di stagno che gli permettono di provare all'infinito varie soluzioni di saldatura, senza alcun risultato pratico.

Metodo occhiometrico

Corrisponde all'antico metodo di misura “a occhio e croce” che consiste nel traguardare un oggetto attraverso il pollice messo in senso orizzontale e verticale, alternativamente, formando una “croce”, a mo' di mirino di volata. Non usato per misure di tensione o corrente.

Principio della massima potenza di uscita

Si realizza regolando tutte le manopole disponibili per la massima potenza in uscita con il minimo fumo!

Accordare le antenne

Metodo consistente nella taratura delle antenne e dei suoi eventuali tiranti, per farle risuonare sulla giusta frequenza di trasmissione. Quando si è raggiunto lo scopo è possibile ascoltare “a orecchio” il risultato, pizzicando opportunamente le “corde”.


lunedì 8 ottobre 2012

Ricezione MGM e Globaltuners

Satellite Meteosat
La ricezione (e decodifica) dei segnali in modalità MGM (Machine General Modulation) 
è possibile, oltre che dalla propria stazione,  anche attraverso la rete Globaltuners.

Sfruttando le caratteristiche di multi-tasking dei moderni PC e la presenza su Internet di una miriade di programmi che permettono la demodulazione dei modi digitali è possibile far lavorare il proprio PC per ricevere i segnali e demodularli con apposito software. Contemporaneamente, è possibile registrare in un file audio il segnale ricevuto per effettuare un post-processo dello stesso con relativa elaborazione o decodifica.

Serve un cavetto di collegamento audio, che gli anglosassoni chiamano semplicemente di "loopback"; il classico cavetto audio doppio jack da 3,5 mm, possibilmente di buona qualità e dotato di filtro in ferrite ma va bene anche un normale cavetto corto intestato doppio jack. 

Qui sotto, riporto alcuni esempi di possibile uso.


Una catena di volo pronta per il rilascio

Radiosonde

  • Sondemonitor - programma di decodifica.
  • Audacity - programma di registrazione ed elaborazione audio. 
  1. E' possibile ricevere il segnale audio direttamente da un RX in locale ed iniettarlo sull'ingresso audio del PC per una decodifica in tempo reale.
  2. E' possibile anche un post-processo registrando il segnale con Audacity e poi, in differita, riprodurlo lanciando contemporaneamente il programma Sondemonitor, usando il cavetto di loopback audio (se il PC non prevede la miscelazione interna out/in).

Modi digitali 

Un programma molto usato tra gli appassionati di MGM è MultiPSK, con il quale è possibile dedodificare moltissimi modi digitali, vecchi e nuovi.
Regolare l'ingresso audio a livello medio/basso, per ricevere correttamente ed evitare distorsioni. 
  1. Collegare il cavetto audio RX/PC;
  2. Sintonizzare l'RX sulla frequenza voluta;
  3. Lanciare il programma MultiPSK;
  4. Effettuare le opportune predisposizioni di modo e parametri;
  5. Passare alla decodifica.

Mappe meteo

E' possibile decodificare le mappe meteo con lo stesso criterio.
  1. Collegare il cavetto audio;
  2. Sintonizzare l'RX sulla frequenza voluta;
  3. Lanciare il programma MultiPSK;
  4. Predisporre MultiPSK in modo FAX HF;
  5. Regolare il volume e passare alla decodifica.
Sullo schermo vedrete formarsi la mappa FAX con le condizioni meteo. Provare ad esempio su Ambourg meteo, sulla frequenza 7.8781 MHz USB, che con circa 20 KW di emissione è ricevibile in tutta Europa.

Registrazione audio

La registrazione dei segnali audio con Audacity permette di memorizzare il segnale ricevuto per uso di archivio ma soprattutto per effettuare dei post-processi, molto utili quando stiamo ricevendo delle trasmissioni saltuarie e vogliamo esercitarci su un segnale di sicuro affidamento. Questo è il caso dei segnali delle radiosonde. Un campione di streaming radiosonda ci permette di provare la nostra catena di decodifica senza bisogno di aspettare il segnale delle radiosonde in arrivo; del resto, se non si prova prima l'allineamento del sistema si rischia di fare un buco nell'acqua al momento della decodifica vera.
Per il solo ascolto basta un player qualunque ma per la registrazione trovo molto comodo Audacity.

Globaltuners

Ricezione SSTV dalla stazione ISS
Usando Globaltuners è possibile ascoltare e registrare i modi analogici e digitali direttamente da Internet.
  1. Connettersi al sito Globaltuners dopo l'iscrizione;
  2. Scegliere un ricevitore opportuno e libero;
  3. Collegare il cavetto di loopback audio;
  4. Sintonizzarsi (ad. es.: Ambourg meteo - 7,8781MHz, USB, 6kHz)
  5. Lanciare il programma MultiPSK;
  6. Effettuare le opportune predisposizioni di modo e parametri;
  7. Passare alla decodifica.

Ascolto della ISS

Condividere le proprie esperienze è molto interessante e aumenta la velocità delle conoscenze; è simpatico ritrovarsi su Globaltuners per lo stesso tipo di ascolto, magari di Radio S.t Helena per la sua trasmissione annuale, annunciando l'evento sulla sua chat globale o su Facebook, o magari aspettare il passaggio della stazione ISS per provare ad ascoltarla e magari registrare il previsto collegamento con qualche scuola nel mondo. 

Buon ascolto e decodifica!


ANTENNA LOOP - Costruire antenne loop a quadro


Nel sito dell'amico Marcello  CasaliIZ0INA  trovate un ottimo programma per calcolare la vostra antenna loop a quadro. http://web.mclink.it/MC4868/index.htm
  
  in Autocostruzione
  ANTENNA LOOP - Per costruire antenne loop a quadro , aprite  Loophf4.zip

                                                              Esempio di calcolo 

Questo programma permette di calcolare le caratteristiche delle antenne loop inserendo: le dimensioni di un lato del telaio, il valore minimo e massimo del condensatore variabile e la sezione del filo.

La tabella dei fili completa dei diametri è utile per il calcolo della lunghezza dell'avvolgimento. I fili consigliati sono dei comuni fili di rame usati per gli impianti elettrici. Le sezioni sono standard. Con "!!!" si è voluto segnalare una sezione di filo ottima per avere un Q elevato.

Nel dimensionare i vari parametri, tenere sempre d'occhio il FATTORE di MERITO Q: più è alto, maggiore sarà selettività e sensibilità. Il Q è stato calcolato mediando la frequenza minima con quella massima. L'avvolgimento del filo sul telaio si intende su un piano orizzontale e con le spire affiancate. Il calcolo delle spire inizia facendo coincidere il numero delle spire con la frequenza massima desiderata e impostando la capacità minima del condensatore variabile. La frequenza minima è decisa dalla capacità massima impostata del condensatore variabile. Aumentando le spire, la frequenza diminuisce; aumentando il lato del telaio, le spire diminuiscono. Per variare il range di frequenza, variare il numero delle spire; non aggiungere condensatori in parallelo al condensatore variabile, pena il peggioramento del Q.

Gamme: OM 0.5-1.6 MHz; Tropicali 2.3-6 MHz. Un ottimo condensatore variabile per le OM lo sceglieremo da 20-300 pF circa, per le Tropicali sarà da 10-100 pF circa. Per quest'ultimo useremo una demoltiplica; per chi userà i diodi varicap, sarà bene usare un potenziometro da 10 giri.

Scelta delle dimensioni del lato del telaio: le formule dicono che più è grande, maggiore sarà la sensibilità del segnale ricevuto; dicono ancora che per un telaio avente un lato da 1 m, la sensibilità sarà doppia di quello avente un lato pari alla metà. Dovendo fare i conti con lo spazio disponibile (che è quasi sempre limitato) faremo cadere la scelta tra i 50 e i 100 cm di lato.

 Da leggere questo interessante post:









lato.

domenica 7 ottobre 2012

AIR rinnovi e nuove iscrizioni 2013


In riferimento alla delibera del Consiglio Direttivo datata 16 settembre 2012, vedi http://www.air-radio.it/verbali/Delibera_CD_16092012.pdf è stata pubblicata la nuova domanda di ammissione per il 2013 con la nuova quota associativa pari a 9,90 €uro.
Gli aspiranti nuovi Soci possono scaricare il file alla pagina http://www.air-radio.it/pdf/domanda_ammissione_2013.pdf e versando comodamente la quota tramite PayPal.
Per tutti i Soci AIR restano valide tutte le vecchie modalità di pagamento facendo attenzione alla quota associativa 2013, ulteriormente diminuita.
Per eventuali informazioni potete scrivere anche alla Segreteria AIR segreteria@air-radio.it 

Ottimi ascolti a tutti voi!!

la Segreteria AIR



Globaltuners - Regole e frasario

Il nodo Latina/Rome 
Ecco le regole per l'uso dei ricevitori Globaltuners ed il frasario minimo, da conoscere poiché la maggior parte delle comunicazioni avviene in Inglese.
Per usare i ricevitori dovete prima creare un account.
    ------------------------------------------------------------------------------------------
Se possibile, per favore, leggi le regole in inglese.
Le traduzioni sono fornite da terze parti e non possiamo garantire la loro accuratezza.

Regolamento di GlobalTuners –  Regole ed etichetta – da seguire strettamente. 

Diniego di responsabilità

Avvertenza! In alcuni paesi può essere illegale ascoltare alcune specifiche frequenze, come:
stazioni radio commerciali;
le bande dei radioamatori e CB;
le bande meteo e di radionavigazione.
Dovete seguire i “Regolamenti sulla telegrafia senza fili” della vostra Nazione, sotto pena di vedervi comminate delle sanzioni dal vostro Paese per non aver seguito la legge.

GlobalTuners offre dei ricevitori un po' dappertutto nel mondo. La responsabilità di decidere quello che può o non può essere ascoltato sul sito è vostra.
La vostra registrazione su GlobalTuners è relativa soltanto ad un uso privato.

IMPORTANTE! Le imprese o le autorità non devono utilizzare il sito, né i nostri ricevitori, il nostro software o qualunque altro servizio fornito da GlobalTuners per l'ascolto commerciale o altre attività connesse!
Se noi sospettiamo un'utilizzazione commerciale il vostro account sarà immediatamente sospeso.
Il sito Globaltuners è gestito da volontari e quindi i ricevitori possono, in qualsiasi momento, andare fuori linea e, altresì, cambiare categoria di utilizzatori.
Tenuto conto della natura di Internet, la squadra di Globaltuners, il suo fornitore di servizi o gli operatori di nodo non possono garantire che il servizio non sia interrotto e senza errore, in qualunque data, nel tempo.

GlobalTuners si riserva il diritto di rifiutare l'accesso a chiunque, se lo giudica necessario. I servizi offerti da GlobalTuners sono utilizzati a vostro rischio.
Globaltuners non può essere ritenuto responsabile dei danni logici o materiali (SW e HW) causati dall'uso dei nostri programmi e/o dal nostro sito web.

Aspetti legali di GlobalTuners

Spesso riceviamo delle domande sulla legalità del concetto. Il concetto è legale. Siamo autorizzati a piazzare un ricevitore in tutti i paesi dove è legalmente possibile. Gli operatori di nodo presentano i loro ricevitori “senza intenzione” , per una frequenza non specifica. Poiché la diffusione non è intenzionale e il servizio non fisso, l'operatore del nodo non è responsabile per i diritti d'autore poiché la sintonizzazione e l'ascolto sono fatti da un terzo, senza che egli ne sia a conoscenza. Spetta all'utilizzatore prendersi le sue responsabilità, è la legge sulla telegrafia senza fili che si applica. Quasi tutti i paesi hanno una regola semplice:
non si può ritrasmettere a terzi una informazione ascoltata su uno dei nostri ricevitori.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Quelque mots clef, à retenir - Frasi ricorrenti, da ricordare:
English
can I tune please?
Please ask before tuning
I don't understand
Can you please explain?
Feel free to tune
(FFTT)
Sorry
Hi
(ou Hello)
Thanks
Have a good day
French -
Francais
Puis-je synthoniser?
S.V.P. Demandez avant de synthoniser
 (geste passible d'une suspention)
Je ne comprends pas
pourriez-vous expliquer? s.v.p.
Je vous laisse le contrôle du récepteur
désolé
Bonjour
Merci
 Je vous souhaite une bonne journée
Italian -
Italiano
Posso sintonizzare?
Chiedi prima di sintonizzare
Io non capisco
Può spiegarsi, per favore?
Le lascio il controllo del ricevitore
desolato
Buongiorno
Grazie
Le auguro buona giornata
German-  Deutch




















Abbreviations -                      - Abbreviazioni
l  GM          Good Morning, buon giorno
l  GE           Good Evening, buon pomeriggio
l  GN           Good Night, buona notte
l  TNX        Thanks, grazie
l  CUAGN  I Hope See You Again, spero di rivederti presto
l  CUL        ...See You Later,  ci vediamo dopo
Welcome on Rome DX-Latina node,  you can tune but no hijacking please!  "hijacking" è l'operazione di "dirottamento" cioè la manovra di prepotenza sul ricevitore, senza rispettare l'ordine di arrivo o il node-operator (node-op) che ha sempre la precedenza per motivi di servizio (ma vi avverte, prima di manovrare).
wait delay, when you tune
---------------------------
you should use text box at bottom of RX screen to ask to tune (local chat)
You can chat on the white box below
----------------------------
leggi BENE le regole di netiquette, altrimenti il tuo account sarà cancellato
read rules & netiquette, otherwise your account
-----------------------------
read in local chat below,   leggi nella chat locale in basso
----------------------------
Rome DX is free to tune, new users welcomes; ask to tune, Il ricevitore Rome DX è libero, i nuovi utenti sono benvenuti.