venerdì 1 luglio 2011

Una lista della banda OIRT

Per chi si interessa di ascolti FM in Banda OIRT (la banda 66-74 MHz usata ancora in alcuni Paesi dell'ex blocco sovietico) via E sporadico adesso a disposizione c'è un nuovo "strumento".

Si tratta dell'elenco aggiornato delle emittenti attive su questa banda che ho scaricato da FM list e passato all'amico Enrico Guindani per ricavarne un file csv da usare con CI-V Programmer o con Lister, due programmi messi a punto dallo stesso Enrico. Il primo in particolare può anche pilotare diversi ricevitori Icom, tra cui il mio R7000, l'R7100 e l'R8500 tutti capaci di ricevere sue questa banda broadcasting. Inoltre può gestire anche il Perseus. E' possibile anche impostare uno scanning continuo di alcune frequenze, ad esempio quelle dell'audio televisivo, per monitorare la situazione propagativa.

L'elenco inoltre riporta qualche frequenza relativa a ponti radio italiani e non di emittenti FM.

Lister invece è più semplicemente un programma per la creazione e gestione di data base.

Il file con le frequenze OIRT è scaricabile sul sito di Enrico Guindasoft sezione radio. Nella stessa pagina trovate anche i programmi CI-V programmer e Lister.

Per chi non conoscesse FM list consiglio di visitare il sito www.fmlist.org e magari iscriversi. Lo ha messo in piedi l'amico Gunter Lorenz, informatico e appassionato di radioascolto.

73
Giampiero Bernardini


(Radio Vitebsk ascoltata su 67,64 MHz)

giovedì 30 giugno 2011

VLF che passione!

Buongiorno a tutti,
sono stato un iscritto AIR della prima ora, dell'era Gandolfo/Mognaschi, tanto per intenderci. Riconosco all'AIR il merito di avere introdotto in italia l'argomento delle VLF e dei segnali radio di origine naturale: il mio sito http://www.vlf.it/, benchè sia in inglese, prese le sue prime ispirazioni proprio lì.

Era la fine degli anni 80 e a quei tempi le tecniche per ricevere le VLF non erano avanzate come oggi: l'analisi si faceva ad orecchio e come supporti tecnologici c'erano il registratore a cassette e la cuffia. Se si volevano gli spettrogrammi si spedivano le cassette all'università di Pavia, dove c'era Mognaschi ed un calcolatore Apple Macintosh, oppure si mandavano negli U.S. a Mike Mideke del progetto NASA-INSPIRE e dopo "appena" due mesi si riceveva qualche foglio con degli spettrogrammi stampati in BN. Per i ricevitori c'era l'INSPIRE-NASA RS-4, che con uno stilo sentiva poco, ma che con una filare di pochi metri già andava in sovraccarico ed intermodulava.

Oggi questo sembra preistoria: abbiamo tutti a casa SpectrumLab e PC portatili delle dimensioni di una agenda. Da allora sono stati sperimentati molti ricevitori, sia in elettrico che in magnetico, ed abbiamo vasta scelta in base a quelle che sono le nostre condizioni ambientali (sul sito www.vlf.it ce ne sono vari pubblicati). E se non ci basta abbiamo pure gli stream MP3 da postazioni remote. Nonostante tutta questa abbondanza di mezzi i periodi di intensa attività solare regalano sempre nuove emozioni.

Allego due ricezioni eseguite negli ultimi giorni con il Ricevitore Explorer E202 dalla mia abitazione a Cumiana (TO). La prima che vedete qui a lato è "da vedere" ed è eseguita con una antenna filare di grosse dimensioni: mostra il segnale della stazione militare ZEVS a 82 Hz, diretto ai sommergibili russi in immersione. Lo spettrogramma evidenzia 40 minuti di portante e poi 45 minuti di messaggio segreto (...non provate a decifrarlo, è sparita gente per molto meno ;-) )

La seconda è da sentire: è una tempesta di tweeks innescata dall'intensa attività solare dei giorni scorsi. Si vedono le statiche piegate in vari uncini fino alla 6 armonica. Il fenomeno dei tweek è comune, ma è raro rilevarlo con questa intensità. Ricevuto con il ricevitore E202 e stilo di 1m, in mezzo ad un prato.

http://www.vlf.it/temp/08062011_0100-tweeks-selection.mp3

Tutte le informazioni per costruire il ricevitore sono sul mio sito web alla pagina http://www.vlf.it/romero2/explorer-e202.html
Se siete pigri, o avete appeso il saldatore al chiodo, potete acquistare la versione commerciale sul sito http://www.comsistel.com/

Ciao, Renato

Circuito Integrato per ricevere l'analogico - LW-MW-SW-FM

Broadcast Radio IC
sSilicon Labs
Questi sono ad esempio i circuiti integrati impiegati in numerosi ricevitori Tecsun, Kchibo, Grundig etc . Un circuito integrato SDR 

One Billion Radios Shipped

Silicon Labs’ introduced the first single chip, CMOS radio in 2005 and has since shipped one billion units of the world-class technology, displacing discrete radio implementations in portable radios, table radios, automotive radios and more. Our broadcast radio ICs leverage the company’s patented low-IF digital architecture, which enables the highest level of selectivity and sensitivity performance, resulting in reduced interference and superior reception. In addition, Silicon Labs broadcast receivers incorporate advanced audio processing technology that delivers sound quality that is unmatched by competing radio receiver ICs.
Let us help you reduce design and manufacturing complexity, lower your costs, add features and offer the best performing solution on the market.
Download the latest product data sheet:
Si4831/35 Mechanically-Tuned AM/FM Radio Receiver IC

73-Claudio Re I1RFQ

martedì 28 giugno 2011

PUBBLICAZIONI UTILITY


PUBBLICAZIONI UTILITY
Vi indico alcune pubblicazioni che ritengo quasi indispensabili in una stazione di ascolto. Vi aiutano nella ricerca di una stazione, un indirizzo, un sito Web.

Spezial Frequenzliste Edizione 2011/2012

Scritto da Michael Marten, Edizione Siebel Verlag, Stampato in Germania, in lingua tedesca, ma non vi sono problemi visto che riporta elenchi di frequenze tipo elenco telefonico con oltre 500 pagine.
VTH GmbH Fachbuchservice 76526 Baden – Baden Deutschland
Comprende tutte le stazioni utility da 9kHz a 30 MHz, in oridine di frequenza, CAL- nome stazione, modo di trasmissione. Termina con un elenco utile di note sulle abbreviazioni riscontrate e un elenco di indirizzi molto utili per inviare i rapporti di ascolto

Shortwave Frequency Guide di Klingenfuss edizione 2011

Klingenfuss Pubblications Hagenloher Str.14 D-72070 Tuebingen Germany, e mail : info@klingenfuss.org, internet www.klingenfuss.org,

In lingua inglese, stampato tipo elenco telefonico con oltre 450 pagine diviso in due parti : la prima solo stazioni utility, le prime pagine sono riservate alle informazioni sulle varie modulazioni e sui modi digitali. Continua con le frequenze - Call- Nome stazione – ITU- Mode e dettagli. La seconda parte elenco di stazioni broadcasting in sequenza di frequenza, nome stazione, località di trasmissione, orari, lingua, area e notizie varie. Frequenze inserite dalle VLF alle onde corte.

Guide to Utility Radio Stations di Klingenfuss , edizione 2011/2012

Klingenfuss Pubblications Hagenloher Str.14 D-72070 Tuebingen Germany, e mail : info@klingenfuss.org, internet www.klingenfuss.org,

In lingua inglese, stampato tipo elenco telefonico con oltre 500 pagine , le prime pagine sono riservate alle informazioni sulle varie modulazioni e sui modi digitali. Un elenco complete di sole stazioni utility, in ordine di frequenza, nome stazione e modo operativo. Frequenze inserite dalle VLF alle onde corte. Nell’interno troviamo diversi esempi con immagini di ricezione Fax, messaggi ricevuti, analisi dei segnali , e abbreviazioni utili di vari codici

Confidential Frequency List

13 Edizione scritto da Kevin Nice nel 2003, una guida di stazioni utility tra 1605 e 30000 kHz del UTE News Club – WUN, vi ricordo che il club WUN non esiste più , è rinato come UDXF. E’ una guida sicura per l'affascinante mondo delle utility sulle onde corte. Comprende: stazioni aero,ALE, CW, coast, fax, stampa, ambasciata, militari, VOLMET, navtex e di tempo., sono 582 pagine in inglese.

Military Monitoring

Un elenco sulle frequenze Military USA, scritto da Steve A. Douglass free-lance , scrittore e fotografo USA.
Universal Electronics , Inc 4555 Groves Road, Suite 12 Columbus, Ohio 43232 USA, sono 279 pagine con informazioni sui ricevitori e antenne adatte per l’ascolto delle stazioni USA.

Le pubblicazioni si trovano presso :

GR Pubblicazioni di Gardosi Raffaella

www.grpubblicazioni.it E-mail info@grpubblicazioni.it

Altre pubblicazioni interessanti sono :

UTILITY HANDBOOK Guida all'Ascolto delle Utility

di Massimo Petrantoni e Manfredi Vinassa de Regny , C&C Edizioni Radioelettroniche , tutto quanto c’è da sapere sulle onde corte . Un volume di oltre 380 pagine in 10 capitoli , troverete informazioni sui sistemi digitali, RTTY, Fax, Decodifiche particolari.

IL COME, QUANDO, DOVE DELLE UTILITY IN HF
Anno dopo anno, giorno dopo giorno, centinaia e centinaia di nuove stazioni radio in onde corte, hanno iniziato ad operare e migliaia e migliaia di frequenze sono attive perché le onde corte sono e rimangono sempre il miglior mezzo di comunicazione, grazie ai bassi costi degli impianti.
Le comunicazioni radio oggi si stanno automatizzando, c'è la possibilità di sapere con largo anticipo le previsioni sulla propaga¬zione e, quindi, controllare e scegliere frequenza e canale della trasmissione in pochi secondi in modo automatico.
È anche possibile, grazie a sofisticate tecniche, trasmettere messaggi a baud elevatissimi e ancora di più, con sistemi di crittografia, con segnali complessi, con codici e con trasferimenti di file dal PC direttamente in onda!
Gli sviluppi della tecnologia hanno introdotto mezzi standard di trasmissione che collegano in diretta (in certi casi senza neanche che gli utenti se ne accorgano) una rete globale di comunicazione, mischiando sistemi via satellite con sistemi in onda corta.
Ma non c'è da spaventarsi, con l'aiuto di questo volume riuscirete a navigare tra i misteri delle stazioni di Utility a decodificare i codici Baudot, ASCII, Morse e a navigare tra i sistemi ARP, FEC, MFSK SUOR, MFSK, FDM, TDM, AUTOSPEC, COQUELET ecc. solo per citarne alcuni.
Diventerete esperti nel tradurre e decriptare le immagini Fac simile, le immagini meteo, il traffico INMARSAT, le telefoto, la crittografia, le stazioni SPIA e del controspionaggio e, soprattutto troverete migliaia di frequenze di stazioni Utility ascoltate in Italia nell'ultimo periodo.
Tutto quanto c'è da sapere sulle Onde Corte. In questo volume, oltre 380 pagine in 10 capitoli: La stazione di ricezione utility - RTTY e sistemi per la trasmissione dati - I sistemi RTTY speciali - I sistemi di trasmissine dati sulle VHF/UHF - II facsimile - I sistemi professionali per la decodifica di RTTY e fax - Decodifiche particolari - Un po' di storia e la legge - Frequenze e dati.
Il fascino delle HF continua. Lunga vita alle Onde Corte.

Confidential Radio Secret 1, Volume 1

di Massimo Petrantoni e Manfredi Vinassa de Regny , Ed. Sandit stampato nel 2005, Sandit Libri, e-mail : info@sanditmarket.it, www.sanditlibri.it

Comprende un elenco di stazioni utility : Radiocomunicazioni marittime – I servizi radio per la sicurezza della navigazione, radiofari, GMDSS-DSC, servizio Navtex, Frequenze e orari delle stazioni costiere italiane, Il servizio aeronautico- Elenco stazioni HF-Acars - Le stazioni della Croce Rossa Inter.- Le stazioni diplomatiche, Sistemi di trasmissione, Le radio clandestine, Le Stazioni spia numeriche, Il Radioascolto e la legge,un elenco di radiofari, stazioni Volmet , Internet e la radio.

Confidential Radio Secret 2, Volume 2

Una guida all’ascolto dei segreti della Radio. I Misteri dell'Etere, di Massimo Petrantoni e Manfredi Vinassa de Regny , Ed. Sandit Libri. stampato nel 2005, e-mail : info@sanditmarket.it, www.sanditlibri.it

Ricevere le stazioni telex-sistemi di protezione dati-Analisi dei segnali telex- Le stazioni meteo- Ricevere le stazioni Fax-Le trasmissioni VHF-UHF-Decoder-

Dopo il primo volume di "Confidential Radio Secret" dedicato ad una panoramica sulle stazioni utility in onda corta, ricevibili con un comune ricevitore HF dotato di SSB, si è ritenuto di approfondire le tematiche relative alla trasmissione dati via Telex, delle immagini via Fax, nonché alla ricezione di alcune trasmissioni via Satellite. Vengono trattati gli aspetti principali delle trasmissione in telescrivente e si guida il lettore verso argomenti tecnici piuttosto ostici, che la nota capacità divulgativa degli autori riesce a rendere facilmente comprensibili. Uno specifico capitolo è dedicato all'analisi dei segnali rtty sicché diventa piuttosto semplice riuscire a classificare anche protocolli di trasmissione sconosciuti e usare gli strumenti di analisi di cui sono dotati i moderni decoder rtty. Probabilmente per la prima volta in Italia una pubblicazione affronta l'argomento della ricezione delle trasmissioni utility via satellite pur se in maniera sommaria. La materia e' ancora per molti aspetti sconosciuta ed il campo e' tutto da esplorare. I satelliti rappresentano oggi il mezzo più potente e più veloce per veicolare una mole immensa di dati. Con la lettura di "Confidential Radio Secret 2 si possono muovere i primi passi in questo affascinante e misterioso mondo dei misteri delle trasmissioni satellitari.
Infine non poteva mancare una sezione dedicata alle trasmissioni in VHF/UHF che attraggono da sempre l'interesse degli appassionati di utilità. In questo caso, per ovvi motivi, non vengono fornite frequenze, ma si cerca di illustrare al lettore questo affascinante mondo in modo da potersi destreggiare ed orientare nella selva dei segnali che lo popolano. Un elenco di poco più di mezzo migliaio di frequenze di stazioni utility in onde corte, recentemente monitorate, completa questo volume che non può mancare nella biblioteca degli SWL e dei radioappassionati italiani. Non possiamo augurarvi altro che una buona lettura e dei... buoni ascolti !

Sat Secret

di Massimo Petrantoni e Manfredi Vinassa de Regny - Guida all'ascolto delle trasmissioni via satellite , stampato nel 2008,
e-mail : info@sanditmarket.it, www.sanditlibri.it

Come avevano promesso gli autori di “Guida all’Ascolto delle Utility”, di “Confidental Radio Secret 1 e “Confidental Radio Secret 2” i bravi Massimo Petrantoni e Manfredi Vinassa de Regny con il loro nuovo libro “Sat Secret” sono riusciti a farci scoprire anche il mondo misterioso che ci circonda.
Questo libro offre suggerimenti operativi, tramite i quali si può riuscire a ricevere ed a decodificare le trasmissioni via satellite, nei limiti delle possibilità offerte dagli attuali decoder sul mercato. Non si deve dimenticare che anche (e soprattutto) i satelliti, grazie alla massiccia applicazione delle tecnologie digitali, veicolano trasmissioni criptate che non possono essere decodificate anche se gli autori, con questo testo, dimostrano che c'è ancora molto da monitorare. Comunicazioni analogiche e digitali via Inmarsat con possibilità di ascoltare telefonate e di monitorare il traffico tra stazioni costiere e le navi, il traffico sui satelliti militari SatCom, la ricezione di immagini terrestri ad alta definizione dai satelliti Meteosat MSG di nuova generazione così come la ricezione via satellite dei prodotti e/o servizi meteorologici offerti dalla nostra Aeronautica militare e dal Servizio Meteorologico Tedesco con trasmissione di bollettini Synop, di mappe del tempo (un tempo trasmesse in onde corte) di grafici di analisi.
Il libro è ricco di fotografie, disegni, informazioni su cosa e come ricevere le frequenze dai satelliti, cosa serve , tipo di decoder, tipi di antenne, dove trovare alcune specifiche antenne, preamplificatori, converter, un elenco di frequenze . Quali sono i ricevitori adatti per questo genere di ascolti, sono 123 pagine che non dovrebbero mancare in nessuna stazione di ascolto.

ARGOMENTI TRATTATI

Capitolo 1 Introduzione
Capitolo 2 La gestione italiana dei satelliti: Telespazio
Capitolo 3 Panoramica sugli aspetti tecnici delle comunicazioni satellitari
Capitolo 4 Inmarsat
Capitolo 5 Le trasmissioni FDM
Capitolo 6 I satelliti militari in UHF
Capitolo 7 Le trasmissioni televisive via satellite ed i feeds
Capitolo 8 Ricevere i dati meteo via satellite
Capitolo 9 Ricevere le immagini della Terra dal satellite
Capitolo 10 Internet ed e-mail via satellite

lunedì 27 giugno 2011

AOR 7030 vs Perseus




Durante il recente campo di ascolto al Pian dei Corsi mi ero accorto che il noto ricevitore AOR 7030 riusciva ad ascoltare cose che Perseus invece proprio non riusciva. Abbiamo cambiato antenna, cavo d'antenna, provato in cuffia... ma non c'era verso: alcuni segnali erano ricevibili solo dall'AOR 7030.

Ritornato a Torino ho recuperato un AOR 7030 che con l'aiuto di Alessandro, Bettino e Paolo è ritornato ai suoi splendori. Alcune prove empiriche hanno confermato quanto già sperimentato al Pian dei Corsi.

http://www.youtube.com/watch?v=QYdAvXMXQHE

Con questo video (è la mia prima ripresa ed il mio primo contributo immesso su YouTube) è dimostrato che il segnale di Radio Australia, ricevuto di mattina da Shepparton su 9710, si ascolta solo sull'AOR 7030; sullo schermo del computer si può vedere la portante dell'emittente, ma non restituisce alcuna modulazione.

Antenna Create 730 v, splitter, cavetti di uguale lunghezza (ma non ce ne sarebbe bisogno...).

Angelo IK1QLD

Manopola per Perseus (ma non solo...)

Ho realizzato un controllo di sintonia
hardware/software per apparati Icom e Perseus basato su Arduino (una schedina elettronica basata su un microcontrollore programmabile).
In sostanza, Arduino legge gli ingressi di un encoder rotativo e spedisce l'informazione ad un PC dove gira una versione appositamente modificata di GuindaSoft CIVprog.
Il risultato e' che ruotando la manopola fissata sull'encoder si varia la sintonia dell'apparato.
Il sistema e' del tutto sperimentale e va perfezionato, ma, citando un
famoso film: "Si - puo' - fare!
!!"

Enrico, IZ2NXF

domenica 26 giugno 2011

Come annullare un segnale in Onde Medie con due antenne nello stesso punto

Video dal mio QTH di Torino sul segnale RAI 999 Khz da Volpiano

video
73-Claudio Re I1RFQ
reclaudio@alma.it

ES e TV DXing

Maggio aveva lasciato sperare bene. In un bel giugno di fuoco, almeno per quanto riguarda la propagazione E sporadica in banda FM. E quindi anche per le bande OIRT (66-74 MHz le FM di alcuni Paesi dell'Europa Orientale), il DXing televisivo, ma anche le bande radioamatoriali dei 6 e 2 metri.

Invece dopo le prime fiammate è tornata la fiacca. Aperture piccole: corte e deboli. Solo poche eccezioni. Speriamo che nei prossimi giorni qualcosa cambi. Intanto si raccolgono solo lamentele, a iniziare dai radioamatori sui 10 metri.

Per chi fosse interessato ricordo i "fari" in FMW da monitorare per vedere se qualcosa si muove: i canali audio TV dell'Est Europa R1 56,25 MHz ed R2 65,75 MHz. Se sentite del movimento potete provare la banda OIRT, oppure se avete dei canali liberi o semiliberi anche le FM 88-108 MHz



L'altro canale audio interessante come faro è quello E3 60,75 MHz in FMW, si possono ascoltare diverse televisioni dalla Giordania al Portogallo. Ieri sera, 25 giugno, dalle 19 locali in poi per un'oretta è arrivata non forte ma chiara la televisione portoghese (quello sopra è il logo). Ricevuta con l'Icom R7000 e il solito dipolo per le onde corte T2FD che fa tutto, dagli NDB alle UHF... ovviamente come può!

73
Giampiero